lunedì 23 novembre 2015

Mondo Creativo ovvero...il paese dei Balocchi

Ciao a tutti!
Questo fine settimana a Bologna c'è stato Mondo Creativo, la fiera della creatività e del fai da te.
Per chi come noi ama dare sfogo alla propria fantasia si tratta di un appuntamento imperdibile. Metri e metri di stand che vendono ogni ben di Dio: perline, gomitoli di tutti i colori, bottoni delle più svariate forme, glitter, stoffe....
Ho scattato qualche foto, così, chi fra di voi non è potuto andare riuscirà a farsi un'idea!



Come potete intuire da questa foto, Natale è alle porte e alla fiera si vedeva!! Con mia immensa gioia, le bancarelle dedicate al Natale non si contavano.

Non c'è bisogno di dire che avrei comprato tutto :-) Tutto ciò che è feltro, legno, bianco e rosso mi immerge immediatamente nell'atmosfera natalizia.......

Il famoso omino. A proposito! Ormai è tempo di preparare i biscottini speziati e la casetta di pan di zenzero. Voi avete questa tradizione? Io ce l'ho da qualche anno e ora mi è impossibile farne a meno.....

Questo stand era a dir poco delizioso. Simpatiche ragazze vestite da elfi vendevano oli essenziali che emanavano profumi buonissimi! Ma la cosa buffa era che ogni olio era presentato come una pozione magica. Quello che mi sono spruzzata io aveva il potere di attirare le fate!

Che dire di fronte a questi ferri e a quell'uncinetto più grossi di un dito??? Li vogliooooo! Per questa volta mi sono trattenuta, ma devo assolutamente pensare ad un lavoro e la prossima volta non me li farò sfuggire.


Come vi dicevo.....Natale a go go!

Non era raro vedere cartelli come quello finito nella foto qua sopra: foto si, toccare no; foto no; guardare e non toccare è una cosa da imparare.  Ufffiiiiii è come mettere un cabaret di pasticcini davanti a un goloso e pretendere che non assaggi nulla! Ma perchè? A me la manina parte in automatico quando vedo qualcosa che mi piace. Devo tastare, girare, rigirare, tastare nuovamente....peggio di un bambino :-p


Tutti questi lavori che vedete già finiti erano in vendita; l'alternativa era comprarsi i vari componenti e crearli a casa. Il lato positivo del farli con le proprie mani è, oltre ovviamnente un certo risparmio economico, la possibilità di personalizzare il lavoro, modificandolo in base al proprio gusto. Il lato negativo, non avere la certezza che la nostra creazione sarà altrettanto carina eeh eeehh Ma volete mettere la soddisfazione?
 
Lana, lana, lana di tutti i colori possibili immaginabili. Vengono gli occhi lucidi solo a guardare la foto.

Cosa sbuca dall'angolo in alto a destra? Lui!!!! il cartello che ti vieta minaccioso di toccare!!! ma perchè????


Da qualche anno, uno spazio della fiera viene dedicato al Cake Design. Che in fondo, altro non è che la creatività in pasticceria! Al posto di lana e ferri, zucchero e coloranti.

Per quanto mi riguarda, trovo che il decoro di pasta di zucchero sia delizioso, a patto che si limiti ad essere un decoro. Quando prende il sopravvento, trasformando una torta in una scultura di due metri, non mi piace proprio. Potrete immaginare che il famoso "Boss del torte" non è proprio il mio tipo di pasticcere!
Non ho capito il perchè di questo angolo arredato...... ma da amante dell'arredamento, in particolare natalizio, non potevo non fotografarlo. E poi, voglio dire, c'è uno slittino in salotto e una sedia a dondolo con un paio di pattini appeso! La perfezione praticamente.....

Non posso non finire il post con le nostre due più famose torri cittadine (Asinelli e Garisenda) in formato commestibile.

Tiriamo le somme: la fiera mi è piaciuta tantissimo!! Ci tornerò assolutamente e farò molti più acquisti di questa volta. Penso che chiunque ami, anche solo un minimo, le arti creative non possa rimanerne deluso. Il rischio, casomai, è comprare troppo, compresi oggetti che ci ripromettiamo di usare, ma che poi finiscono irrimediabilmente dimenticati in un armadio.

Un po' più deludente la sezione cake design. Ma non era il mio interesse principale, quindi, poco male.

Consigli se pensate di andare alla prossima edizione (che sarà a primavera):
- non portate: cani (con la fiumana di gente che c'è, il rischio pestate è onnipresente); bambini troppo piccoli che faticano a comprendere la vostra passione per perline più piccole di un chicco di riso; mariti/fidanzati che in questi casi non sanno mai dove mettersi e immancabilmente scelgono sempre il posto sbagliato;
- portate: un panino da casa: i bar sono costantemente presi d'assalto;
- non portate / portate (dipende da voi): la carta di credito. Il rischio dilapidazione è dietro l'angolo.

Spero che il mio post vi sia piaciuto. Fatemi sapere se voi ci siete andate.
Baci,
Dany

Nessun commento:

Posta un commento